I Carabinieri di Bordighera, un tassello alla volta, stanno cercando di scoprire cosa sia accaduto ad Alena Sudakova, 22enne tedesca precipitata dal belvedere di Capo Nero mentre era con un algerino di 32 anni, Zied Yakoubi, ora in carcere per tentato omicidio. Si sta cercando di ricostruire i “vuoti” nelle ore trascorse da quando Alena ha lasciato i familiari e le 4,30 di mattina quando la ragazza aveva risposto per l’ultima volta al telefono, al padre adottivo, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”. Possibile che nessuno nell’arco di 5 ore e mezza nessuno abbia visto Alena?