A Bevera è stato danneggiato il capannone della compagnia di carristi “Rebata Baussi” di Ventimiglia. Il timore dei carristi è che le sedi delle compagnie, in particolare quelle inutilizzate, possano diventare ricoveri di fortuna per i migranti. Le pareti in lamiera sono state divelte ed alcuni attrezzi sono stati rubati. “Qualcuno all’interno ha creato dei giacigli. Il bagno è stato danneggiato in modo gravissimo” dice Golia Perri, presidente della compagnia, a Lorenza Rapini su “La Stampa”.