La morte della 43enne insegnante piemontese Silvia Crosetto, il cui corpo senza vita era stato trovato il 14 luglio scorso sul ciglio della strada tra Testico e Cesio, resta avvolta dal mistero.
L’autopsia non ha fornito elementi certi mentre si sta scavando sul passato della vittima.
La Procura di Imperia sta compiendo accertamenti anche a Moncalieri e nella zona di Andora dove era in vacanza nella casa dei genitori, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.