Aggredito a colpi di spartito in testa da un arcivescovo metropolita russo, chiamato a dirigere l’orchestra. E’ quanto capitato a Gian Antonio Panizzi, ispettore dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo che si è trovato inaspettatamente alle prese con l’arcivescovo e compositore russo, Hilarion Alfeyev, nell’improvvisata veste di direttore d’orchestra. Al Palais des Festivals et des Congres di Cannes, durante le prove del Festival Nuits Musicales Du Suquet, con ospite l’ensemble musicale della Sinfonica di Sanremo, Panizzi ha informato Alfeyev che mancavano quattro minuti alle 20, momento in cui terminavano le prove, iniziate in ritardo. A quel punto
Alfeyev, indispettito, ha brandito la partitura arrotolata, dandolo in testa a Panizzi.