Un cittadino imperiese, arrivato davanti al portone di ingresso del proprio appartamento, ha visto uscire dalla finestra della sua abitazione due ragazze che cercavano di darsi alla fuga.
Immediatamente il proprietario di casa le inseguiva e ha tentato di fermarle poco più avanti, chiedendo l’intervento della Polizia che, giunta sul posto, ha bloccato le due ragazze, entrambe prive di documenti.
Le giovani, dai successivi accertamenti tesi a verificare la loro identità, sono risultate essere entrambi minorenni e, una delle due, in stato di gravidanza.
Gli investigatori, ricostruendo la dinamica dei loro spostamenti, hanno accertato che le due straniere, di origine croata, erano giunte nella città di Imperia nella mattinata di ieri, provenienti da un campo nomadi di Rovigo.
La casa presa di mira è stata messa totalmente a soqquadro, alla ricerca di gioielli o denaro contante che, fortunatamente, le due non hanno trovato, riuscendo a sottrare solo alcuni oggetti di poco valore.
All’interno degli zaini che portavano in spalla, oltre alla refurtiva, sono stati rinvenuti dei cacciaviti presumibilmente utilizzati per scassinare la porta.
Le nomadi, contattata la Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Genova, sono state denunciate per i reati di violazione di domicilio e furto aggravato, e, successivamente, è stato disposto il loro affidamento ai competenti Servizi Sociali di Imperia