Bourg Saint Pierre (Vallese-CH). 43° 4000 in carriera per Stefano Sciandra l’alpinista imperiese/crissolese, Socio del prestigioso Club 4000, riservato agli alpinisti che abbiano scalato almeno 30 degli 82 4000 delle Alpi riconosciuti dall’UIAA (Unione Internazionale delle Associazioni Alpinistiche).
Con l’inseparabile Marco Barmasse, il forte alpinista Valdostano ha scalato il Combin de la Tsessette (4141 m) nel Vallese Svizzero completando il massiccio del Grand Combin che comprende anche il Valsorey (4184 m) e Il Grafeneire (4314 m) già scalati nel 2015.
«Sono molto soddisfatto – commenta Sciandra da Bourg Saint Pierre nel Vallese Svizzero.
Finalmente, dopo un giugno complicato soprattutto per le condizioni meteo sono riuscito a iniziare la stagione alpinistica 2018 che ha come obiettivo l’avvicinamento a quota 50 4000. Per questo mio 43° 4000 il ricordo va a Franz Rota Nodari, socio del nostro Club 4000, che fu il più giovane a scalare tutti gli 82 4000 delle Alpi, tragicamente scomparso sulla Concarena il 24 marzo u.s. Un sincero grazie al mio staff, ottimamente guidato da Paola Frugone, e che comprende Eric Dall’Olio e il suo Team Leafspectre.com, Edoardo Agnese e il mio preparatore atletico Sandro Favero, figure che mi seguono con grande attenzione nello svolgimento della mia attività alpinistica che comprende anche eventi dedicati alla diffusione della cultura della Montagna.
A tal proposito ricordo che è ormai prossimo, sabato 21 luglio (ore 17), al Rifugio Pian della Regina, in Alta Valle Po sopra Crissolo ai piedi del Monviso, l’importante appuntamento con: “La Storia del Club 4000” nel 25° della Fondazione con la partecipazione straordinaria di Luciano Ratto, socio fondatore assieme a Franco Bianco del Club 4000.
Successivamente – conclude Sciandra – nell’ultima decade di luglio-inizio agosto, con Marco Barmasse valuteremo la possibilità di scalare altri 4000. Tra gli obiettivi la Jungfrau (4158 m) e il Gross Grünhorn (4044 m)».