Nella sera di mercoledì 20 giugno, nella RSA Casa Rachele a Vallecrosia, è andato in scena “II Festival dell’estate” organizzato dall’animatrice Valentina, con la regia della capo servizio Roberta Pastorino, con l’aiuto di tutto il personale della struttura.
La festa di inizio estate è ormai una tradizione per tutta la famiglia di Casa Rachele e come al solito i nostri Ospiti, accompagnati dagli Operatori, hanno deliziato il pubblico con alcuni dei grandi successi italiani: il tema delle canzoni di quest’anno è stato l’estate. La novità di quest’anno è che sono stati proprio gli Ospiti, in completa autonomia, a scegliere sia la canzone che l’operatore con cui duettare. La gara canora, presentata dal Dott. Augeri, Responsabile Sanitario della Struttura, insieme alla Capoturno Oss, Silvana Illuminati, è stata intensa e piena di emozioni. Per la giuria, infatti, è stato davvero difficile scegliere il vincitore: tutti gli Ospiti si sono impegnati al massimo per ottenere la vittoria.
Per intervallare la gara, oltre ai rebus figurati, gli Operatori e i Loro familiari hanno dilettato il pubblico con balletti di vario genere. Anche quest’anno il coreografo Mauro Grassano, figlio di due Ospiti di Casa Rachele, si è gentilmente prestato ad accompagnare alla chitarra le canzoni di gruppo e ha creato ad hoc le coreografie insieme agli Operatori. A fine spettacolo ha ricevuto una targa a rappresentare tutta la gratitudine e l’affetto di Casa Rachele per i mesi di lavoro insieme.
Più di 50 persone tra le quali Ospiti, Operatori e parenti, hanno permesso la realizzazione del Festival e hanno curato ogni aspetto dello spettacolo: i cori, le canzoni in gara da solisti, le scenografie, il service audio e video, le luci e, ultima ma non meno importante, la giuria.
Un enorme grazie è stato espresso dal Direttore della Casa, Mauro Vicenzi, a tutti coloro che si sono impegnati e hanno sacrificato una parte del loro tempo libero, togliendolo alle loro famiglie, per far vivere queste emozioni agli amati Ospiti. Un grazie anche ai Volontari dell’AVO, presenti in divisa alla serata, che quotidianamente danno il loro contributo a Casa Rachele.
Il Direttore, insieme al Presidente della Fondazione Rocco Noto, ha illustrato al pubblico presente le ottimizzazioni effettuate a Casa Rachele nel corso dell’ultimo anno, tra cui l’installazione dell’impianto fotovoltaico e solare termico e della nuova caldaia in centrale termica, l’acquisto di nuova attrezzatura per la cucina e di nuove sedie per la sala ristorante. Inoltre, si è provveduto ad acquistare i materassi antidecubito preventivi e curativi nonché i letti a movimentazione elettrica, dotati di safe sense, per tutti gli Ospiti di Casa Rachele. Questo è stato possibile anche grazie alle preziose donazioni volontarie di privati. In ricordo e a ringraziamento della generosità dimostrata, due di loro, nel corso della serata, sono stati omaggiati di targhette incise da poter apporre direttamente sui letti.
Grazie all’acquisto dei nuovi letti elettrici Casa Rachele è una casa libera da contenzioni, poiché non sono presenti neppure le sbarre al letto.
Per concludere la serata nello spirito di aggregazione e divertimento che ha contraddistinto il Festival, tutti gli intervenuti, circa 200, tra Ospiti, Operatori e familiari, hanno potuto apprezzare la cena a buffet organizzata nel bar della Casa e preparata con maestria dalle cuoche della struttura.
Le offerte raccolte durante la serata, pari a € 585,64, contribuiranno all’acquisto di un nuovo sollevatore elettrico. Ringraziamo ancora una volta chi ha scelto di donare a Casa Rachele e a chi deciderà di farlo, anche con la scelta del 5Xmille sulla propria dichiarazione dei redditi.
Per rimanere sempre aggiornati con tutte le attività della struttura si può consultare il sito www.zitomirski.org, l’ultimo numero del giornalino della Casa: L’Eco del nonno e la pagina Facebook: Casa Rachele Zitomirski.