“Ha cercato di uccidere mio figlio e gridava: Cerco l’avvocato. Aveva un coltello e lo puntava alla schiena di mio figlio di 8 anni sdraiato sul divano. Non so perché lo abbia fatto”. Così l’avvocatessa imperiese racconta quanto accaduto ieri, quando un ex medico dell’Asl, Nadhir Garibizzo, 59 anni, uscito 8 mesi fa dal carcere dopo una condanna a 12 anni per omicidio e occultamento di cadavere, è stato arrestato per tentato omicidio di un bambino di 8 anni. L’uomo è stato disarmato dal marito dell’avvocatessa. La donna, che attendeva la visita di un amico, aveva aperto il cancelletto della villa e Garibizzo ne ha approfittato per entrare in casa.