Nel pomeriggio di ieri, ad Imperia, in località Caramagna, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno arrestato in flagranza per tentato omicidio ex medico dell’Asl1 imperiese, Nadhir Garibizzo, 59 anni, uscito alcuni mesi fa dal carcere dopo una condanna a 12 anni per l’omicidio e l’occultamento del cadavere di Ornella Marcenaro.
L’uomo ha tentato (dopo essersi introdotto all’interno dell’abitazione di un avvocato imperiese) di colpire con un coltello da cucina che aveva al seguito i familiari del legale, tra i quali il figlio di 8 anni, non riuscendo nell’intento grazie all’intervento del padre e di un amico presente in quel momento nell’abitazione.
L’uomo puntava un coltello alla schiena del bimbo, ma è stato disarmato dal marito dell’avvocato che è rimasto ferito ad un braccio, riportando la sospetta recisione di un tendine. Nel tentativo di immobilizzare l’aggressore, i due uomini hanno subito ferite giudicate guaribili dai sanitari dell’ospedale di Imperia in 21 e 15 giorni. Solo l’immediato intervento dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile ha consentito di bloccarlo, aprendogli così le porte del carcere di Imperia con l’accusa di tentato omicidio. Il movente potrebbe essere riconducibile a rancori maturati nei confronti dell’avvocato in relazione a pregresse vicende giudiziarie.