A Bordighera l’ex sindaco Giacomo Pallanca è stato battuto da Vittorio Ingenito, dopo aver visto volatilizzarsi nel giro di cinque anni 422 preferenze. Tanta è la differenza di consenso tra il Pallanca presentatosi da indipendente del 2013 e quello appoggiato ora da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia.
Pallanca è stato battuto per poco più di 130 voti, molti meno dei 300 che due suoi ex assessori, Massimiliano Bassi e Fulvio Debenedetti hanno portato ad un’altra lista, entrambi allontanati dal “modello Toti”, come evidenzia Giulio Gavino su “La Stampa”.