Adriano Astegiano, 62enne di Limone Piemonte, che al volante della sua Fiat 16 nella notte tra sabato e domenica, guidando contromano, con un tasso alcolemico nel sangue di 4 volte superiore al limite di legge, ha investito e ucciso, Massimiliano Anfossi, 42 anni, rischia una pena tra gli 8 ed i 12 anni di carcere. Il reato di omicidio stradale gli è stato contestato in flagranza con le aggravanti della guida in stato di ebbrezza e del superamento dei limiti di velocità, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.