In riferimento ad alcune notizie apparse sugli organi d’informazione circa la chiusura dell’edicola in Piazza Borea d’Olmo, l’assessore con delega all’arredo urbano e patrimonio Mauro Menozzi precisa quanto segue:
“La chiusura del chiosco che insiste su via Matteotti e piazza Borea d’Olmo rientra nell’ambito della riqualificazione generale della piazza.
Siamo dispiaciuti per la questione personale dell’edicolante, che avevamo incontrato in più di un’occasione. Va però doverosamente precisato che il contratto con il concessionario dell’edicola era scaduto già a luglio 2017 e già ben prima di allora l’edicolante era stato messo al corrente del fatto che il Comune sarebbe intervenuto per la rimozione del chiosco e sarebbe rientrato in possesso dell’area, oggetto di prossima riqualificazione.
Da allora, è stata tollerata l’occupazione per un ulteriore anno, proprio per dare modo all’edicolante di riorganizzarsi in altra sede. Trattandosi di un chiosco pubblico dato in concessione si precisa inoltre che da più di due anni il Comune di Sanremo non percepiva più il dovuto affitto mensile, che corrispondeva a poco più di 100 euro al mese, e che l’ente ha nel frattempo accumulato un credito di oltre 4 mila euro, anche a fronte della possibilità di una rateizzazione. Inoltre, ritengo opportuno smentire la notizia seconda la quale la rimozione del chiosco venga attuata per favorire l’allargamento di qualche dehor di attività produttive. Quello spazio, al contrario, rimarrà libero e aperto sulla piazza, spazio verso cui l’Amministrazione intende procedere ad una complessiva riqualificazione in tempi brevi”.