L’Associazione Marinerie d’Italia e d’europa ha fatto ricorso al Tar del Lazio perché sospenda la ripartizione di quote per la cattura del tonno rosso. Il provvedimento riguarda una settantina di palangari dei porti pescherecci di Imperia, Sanremo e Bordighera. Per i pescatori l’attuale suddivisione “non risponderebbe a princìpi comunitari e agli obblighi internazionali”. La ripartizione favorirebbe la pesca a circuizione con le “tonnare volanti”, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.