In tribunale a Imperia il pm Alessandro Bogliolo ha chiesto le prime due condanne, in abbreviato, al processo per truffa allo Stato e utilizzo indebito del badge marcatempo, che vede indagati 42 dipendenti del Comune di Sanremo, finiti sotto inchiesta nell’ottobre 2015. Il magistrato ha chiesto 1 anno e 8 mesi per Maurizio Di Fazio e 10 mesi per Loretta Marchi. Nei confronti di Di Fazio sono stati riconosciuti tutti gli episodi contestati, per la Marchi il pm ha chiesto la condanna per 3 episodi su 5. Per gli altri imputati che hanno chiesto di essere processati in abbreviato (tra cui Alberto Muraglia, il vigile sorpreso a timbrare in mutande) la discussione avverrà dal 15 giugno.