Storie di donne, di “sbarcate” da terre lontane che indossano qualche indumento e un po’ di audacia… o forse solo il tormento e il dolore di non poter mai più “essere a casa”.
Manù, Safi, Mariam, Nancy, Baba, Kanisi sono i volti che danno voce a racconti di vita che sembrano stridere con la quotidianità di ciascuno. Diversità, estraneità?>
L’autrice ha incontrato queste donne: diffidenti, talvolta aggressive, ha dovuto conquistare la loro fiducia con pazienza e dedizione.
E dalle loro parole – i racconti sembrano scritti di getto – hanno preso vita i racconti di vita.

Giovedì 24 maggio – ore 18.00 – nell’Oratorio di Santa Caterina di Cervo, Antonella Ferraiolo – medico ginecologo presso l’Ospedale Policlinico San Martino di Genova – presenta il suo libro Antikka, Edigrafema Editore: storie di arrivi e partenze, di maternità volute o incoscienti, di violenze subite. Storie di destini che chiedono ascolto.

Dialoga con l’autrice la prof.ssa Maria Teresa Verda Scajola.

Interventi musicali a cura di “Aula 73” dell’Istituto Ruffini di Imperia. Anastasia Bottitta, Giovanni Peirone, Alessandro Carrai.
Letture a cura di Sofia Barberis, Alice Orlando, Anna Campi, Martina Lauriola (Istituto Ruffini).

Il volume sarà presentato in anteprima nazionale.

Allestimento floreale: Vivaio Fratelli Arimondo

Ingresso libero
Antonella Ferraiolo (Savona, 1960) vive a Genova dal 1979. Sposata e con due figli di 20 e 22 anni, svolge da diversi anni la professione di medico ginecologo presso il Policlinico San Martino di Genova.
Negli ultimi anni ha incontrato la nascita nel difficile mondo delle immigrate che sempre più numerose arrivano in Italia e vengono condotte in condizioni spesso critiche nei grandi ospedali.

Con Antonella Ferraiolo si conclude la seconda edizione di Cervo in blu…d’inchiostro, che per numeri e qualità può essere a pieno titolo annoverata tra gli eventi più importanti del 2018. Quattordici incontri letterari ad ingresso gratuito – dal 2 dicembre 2017 al 5 giugno 2018 – con autori di primissimo piano nel panorama della cultura, della letteratura, della musica, della medicina; una rassegna che ha avuto respiro internazionale e che ha affrontato tematiche di grande attualità e interesse.
Il successo è stato decretato da un pubblico sempre numerosissimo, attento ed appassionato, formato soprattutto da studenti e docenti. Ruolo di primo piano è stato quello degli istituti scolastici della provincia: Istituto Ruffini di Imperia, Liceo Cassini di Sanremo, IC di Diano Marina coinvolti, grazie alle convenzioni con l’Associazione culturale “Cumpagnia du Servu“, in progetti che hanno spaziato dall’alternanza scuola lavoro al riconoscimento della rassegna come formazione docenti.
Con questa iniziativa Cervo si è qualificato ulteriormente come Borgo della cultura spalmata su tutto l’arco dell’anno, candidandosi a pieno titolo, ancora una volta, al riconoscimento di “Città che legge”.
Il Progetto ha ottenuto il Patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) (Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria Ufficio V – Ambito Territoriale di Imperia) e l’autorizzazione come Corso di formazione docenti per gli insegnanti di ogni ordine e grado di tutta la Regione. E’ stato inserito inoltre, dall’ Istituto Ruffini, sul sito ufficiale della formazione S.O.F.I.A.
La Rassegna è ideata dalla professoressa Francesca Rotta Gentile e promossa dall’Associazione Culturale Cumpagnia du Servu, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e Istruzione del Comune di Cervo (delegato all’istruzione Annina Elena) e della Provincia di Imperia; con l’intento, per di più, di valorizzare il patrimonio artistico e architettonico del meraviglioso borgo del golfo dianese.