Un padre di 46 anni è stato condannato a due anni di carcere con l’accusa di aver picchiato la figlia di 14 anni dal momento che lei non voleva rivelargli il Pin del proprio cellulare. E’ accaduto ad Antibes, in Costa Azzurra.
Abdelfethe, magazziniere disoccupato, il 31 marzo ha malmenato la figlia di 14 anni perché lei non le permetteva di leggere il contenuto del proprio smarthphone. Il tribunale di Grasse ha disposto che la ragazza, per ragioni di sicurezza, venga trasferita a vivere con un’altra famiglia nella cittadina di Vallauris. “Negli ultimi 6 mesi mia figlia è cambiata tanto, ha iniziato anche a fumare” ha provocato a giustificarsi l’uomo, come riporta “Nice Matin”.