Grande successo per il vernissage della mostra I Pastori della Valle delle Meraviglie di Sergio “Ciacio” Biancheri, uno dei più importanti e poliedrici artisti del Ponente ligure, organizzata, giovedì 26 aprile alle ore 16, dal Museo Civico Archeologico “Girolamo Rossi” (MAR) e dalla Sezione Intemelia dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Città di Ventimiglia e la Fondazione Livio Casartelli-Ippolita Perraro, nelle Sale del nuovo percorso espositivo al piano -1 del Museo.

Dopo i saluti delle Autorità, portati da Riccardo Caboni, Gisella Merello, del Direttivo della sezione Intemelia dell’IISL, ha introdotto Davide Tepasso, critico d’arte nonché compositore affermato e Diego Rossi, storico del territorio, che hanno presentato Sergio Biancheri e l’esposizione composta da statuette in terra cotta e da alcune tele.
Nelle sale dedicate alla Valle delle Meraviglie le sue piccole gigantesche figure uscite dall’argilla, come sogni nati da un’epoca remota e fantastica, pastori di miti giunti da un’epoca d’oro, si confrontano in un dialogo serrato con i calchi dei graffiti realizzati dai pastori sulle rocce del Monte Bego in epoca preistorica e protostorica.
L’iniziativa si inserisce nelle numerose manifestazioni promosse dall’IISL in collaborazione col Comune di Bordighera e di Ventimiglia, la Clarence Bicknell Association, Musei, Associazioni, Enti, Scuole e volontari, per ricordare la figura e l’opera di Clarence Bicknell in occasione del centenario della morte avvenuta a Casterino il 17 luglio 1918. Le manifestazioni godono anche del sostegno della Compagnia di San paolo di Torino.
La mostra sarà visitabile negli orari del Museo fino al 12 maggio.