Il medico del Pronto soccorso di Imperia Sebastiano Fichera e la dermatologa dell’Asl Angela Maria Campagnoli sono stati assolti dall’accusa di lesioni colpose in relazione all’amputazione di una gamba a un giovane ventimigliese, colpito da fascite necrotizzante.
Nel 2011 F.R. fu vittima di una caduta con abrasione alla coscia sinistra, il medico curante gli prescrisse un antibiotico. Al pronto soccorso gli venne diagnosticata una “cellulite infettiva”, come riporta Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.