IL SINDACO DI SANREMO
Premesso che
Il periodo di esercizio e gli orari di attivazione degli impianti termici degli edifici, trovavano la loro
disciplina nel D.P.R. n. 412 del 26 agosto 1993 e ss.mm.ii., sino alla promulgazione del D.P.R.n.74 del 16
aprile 2013 che all’art.4 attesta che il territorio nazionale viene suddiviso in sei zone climatiche, così
come indicate nella tabella A, allegata al D.P.R.412/93, zone alle quali appartiene ogni singolo comune
italiano, ai sensi dell’art.2 del citato DPR.412/93.
Il comune di Sanremo, ai sensi delle disposizioni impartite dall’art. 4 – comma 4° della Legge 9 gennaio
1991 n. 10 e dell’art.2 del suo decreto attuativo, il D.P.R.412/93 e s.m.i., ricadeva totalmente in zona
climatica “C”, la quale prevedeva n°.10 ore giornaliere d’accensione degli impianti di riscaldamento per il
periodo dal 15 Novembre al 31 Marzo.
Con la Determinazione Dirigenziale n°.1493 del 12/09/2002, in considerazione della particolare
configurazione morfologica del territorio comunale di Sanremo, dove sono presenti diverse frazioni
edificate poste ad una quota superiore a quella della “casa comunale”, si è disposto di approvare la nuova
zonizzazione climatica del territorio comunale, secondo gli elaborati tecnici presentati dall’Ing. Giovanni
FERRARI, in ossequio a quanto previsto dalla Legge n°.10/1991 e dal suo regolamento di attuazione
D.P.R. n°.412/93 e s.m.i., così come di seguito riportato:
– zona “C” con ore 10 giornaliere di riscaldamento dal 15 Novembre al 31 Marzo;
– zona “D” con ore 12 giornaliere di riscaldamento dal 1 Novembre al 15 Aprile;
– zona “E” con ore 14 giornaliere di riscaldamento dal 15 Ottobre al 15 Aprile.
Il sopra citato Provvedimento è divenuto operativo decorsi positivamente i termini di legge, previsti in
giorni 90 dall’avvenuta notifica dello stesso, il 25/09/2002 all’Autorità interessata; esso è stato comunicato
per conoscenza anche alla “Regione Liguria” ed alla “Provincia di Imperia”.
Al di fuori dei periodi sopra indicati, gli impianti termici possono essere attivati solo in presenza di
situazioni climatiche che ne giustifichino l’esercizio e, comunque, con durata giornaliera non superiore
alla metà di quella prevista a pieno regime;
E’ inoltre, consentito il frazionamento dell’orario giornaliero in due o più sezioni, con attivazione
dell’impianto compresa tra le ore 5 e le ore 23. Impianti spenti quindi dalle ore 23 alle 05 ad esclusione
della zona F.
Il sindaco del Comune può ampliare i periodi annuali di esercizio e la durata giornaliera di attivazione
degli impianti termici, nonché stabilire riduzioni di temperatura ambiente massima consentita sia nei
centri abitati sia nei singoli immobili, dandone immediata informazione alla popolazione in base all’art.5
del D.P.R.n.74 del 16 aprile 2013 che assegna alle Amministrazioni comunali la facoltà di ampliare, in
deroga a quanto previsto dall’art.4, il periodo annuale di esercizio e la durata giornaliera di attivazione
degli impianti temici “a fronte di comprovate esigenze”.
Vista
L’Ordinanza Sindacale n. 36 del 28/03/2018 che autorizzava una proroga di accensione degli impianti di
riscaldamento fino al 15 aprile per le Zone C, essendo le altre zone già nella possibilità di accensione degli
impianti termici.
Considerata
L’attuale situazione climatica che ha visto un inverno particolarmente rigido e un inizio di primavera con
temperature sotto la media degli anni precedenti, e pertanto l’urgenza e la necessità di autorizzare un
ulteriore proroga di accensione degli impianti in ragione delle attuali condizioni climatiche e del
persistere del cattivo tempo
ORDINA
È consentita l’attivazione degli impianti di riscaldamento sino al 30/04/2018, per un massimo di 10 ore
giornaliere in tutte le Zone Climatiche del territorio comunale, così come individuata negli allegati di cui
alla Determinazione Dirigenziale n°.1493 del 12/09/2002, sopra richiamata in ottemperanza al D.P.R.
n°.412/93 e s.m.i..
DISPONE
Che i preposti alla verifica del rispetto delle disposizioni della presente Ordinanza, sono nelle
rispettive qualità gli appartenenti al corpo di polizia Municipale, gli Organi di Polizia ed altri
Soggetti preposti al controllo del territorio, nonché tutti i soggetti cui è attribuita la competenza di
applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie indicati dall’art. 13 della L. 689/1981;
che si intendono disapplicate le disposizioni contenute in precedenti atti dell’Amministrazione, per
quanto eventualmente contrastanti con la presente Ordinanza, restando impregiudicato ogni eventuale
adeguamento della stessa nelle more di una più organica, nuova regolamentazione;
che il presente provvedimento venga comunicato ai seguenti Settori:
• al Corpo di Polizia Municipale per la verifica dell’ottemperanza al presente Provvedimento;
• al Servizio Manutenzione immobili e fabbricati;
• all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) del Comune di Sanremo;
INFORMA
ai sensi degli artt. 7-8 della L.241/90 e s.m.i, Amministrazione competente è il Comune di Sanremo;
oggetto del provvedimento è “accensione anticipata degli impianti di riscaldamento”;
il presente provvedimento è pubblicato in data odierna presso l’Albo Pretorio Comunale e presso il
sito informatico del Comune di Sanremo www.comunedisanremo.it; tale pubblicazione, atteso il
numero imprecisato di soggetti potenzialmente interessati e le informazioni di cui al successivo punto, è
da intendersi a tutti gli effetti quale forma di pubblicità ai sensi dell’art.8 c.3 della L.241/90, ferma
restando ogni ulteriore forma di pubblicizzazione ritenuta idonea ed opportuna, anche in forma di sunto o
estratto;
Contro il presente provvedimento è ammesso ricorso in sede giurisdizionale entro il termine di 60gg.,
dall’avvenuta comunicazione dello stesso, al Tribunale Amministrativo Regionale ai sensi del D.Lgs. 2 luglio
2010, n. 104, entrato in vigore il 16 settembre 2010 ovvero è ammesso, in via alternativa e preclusiva al
primo procedimento, Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica entro 120gg. dalla data di
ricezione della presente, ai sensi del D.P.R. n. 1199 del 24/11/1971.
IL SINDACO
ALBERTO BIANCHERI