Anas rescinde il contratto per il Tenda bis per “gravi inadempienze” con la Fincosit di Roma. Entro il 30 maggio l’impresa deve sgombrare il cantiere.
I lavori sul lato francese sono in stato di abbandono dal 24 maggio quando scattò il sequestro della Procura di Cuneo.
Uno dei più grandi cantieri pubblici del Nord Italia rischia dunque ritardi lunghissimi. L’opera era già finita nel mirino della Procura: 17 indagati dalla Finanza per furto aggravato e frode in pubbliche forniture, come scrive “La Stampa”.