Ieri pomeriggio a Ventimiglia il Forte dell’Annunziata ha ospitato una sfilata di singolare sensibilità: sulla passerella infatti sono salite molte donne che hanno dovuto affrontare l’esperienza del tumore al seno. L’evento, proposto dall’Associazione Controtempo all’Amministrazione Comunale – che ha entusiasticamente aderito – è stato ideato insieme all’Atelier Raptus and Rose, che ha elaborato il concetto di “donna rifiorita” insieme a quello di “moda liberata”.
“Ringrazio di cuore l’Assessore Vera Nesci che si è lasciata immediatamente coinvolgere in questo bellissimo progetto da quelle instancabili persone che sono Gilda De Villa, Rosalba Falleti e Riccardo Caboni, che insieme al resto dell’associazione Controtempo stanno facendo molto per questa città. Non posso non ringraziare tutti i volontari che in questa iniziativa come in altre, hanno speso la loro risorsa più preziosa – il tempo – per gli altri. In questo caso la causa era particolarmente importante: la prevenzione e la lotta al tumore. Il fine ultimo – come discusso con Silvia Bisconti, stilista dell’Atelier Raptus and Rose – era rendere ancor più belle quelle donne che hanno vissuto o che stanno vivendo la sofferenza e la paura, le donne che sentono di perdere la loro femminilità, la loro identità e che lottano con coraggio ogni giorno. Posso dire che l’obiettivo è stato pienamente raggiunto: erano davvero tutte bellissime. Ieri il pubblico presente ha potuto avvertire la loro forza: la loro commozione e la loro energia hanno pervaso tutto il Forte toccando ognuno di noi. Il ringraziamento più grande va a loro, per l’emozionante messaggio che hanno trasmesso” ha dichiarato il Sindaco Enrico Ioculano.
“Mi unisco ai ringraziamenti, a cui dobbiamo senz’altro aggiungere quelli per la LILT per il loro prezioso lavoro quotidiano: insieme a loro (e grazie ai fondi ottenuti con la sfilata) il mio assessorato ai Servizi Sociali implementerà un progetto sulla sensibilizzazione e sul sostegno, appositamente studiato per Ventimiglia. Ieri partecipare personalmente all’evento è stato davvero toccante: un’esperienza che mi ha arricchito. Sfilare insieme a queste donne bellissime, che col sorriso camminavano a testa alta con la gonna e il capo pieni di fiori, è stato un insegnamento di coraggio. Ringrazio inoltre la fondazione Casartelli, il MAR e la Regione Liguria per il patrocinio, oltre ai molti sponsor che hanno voluto fare la loro parte per realizzare questa iniziativa” ha dichiato l’Assessore Vera Nesci.