Sabato 27 gennaio, alle 16, nella sala “Emilio Azaretti” del Museo secondo appuntamento con la rassegna “La Stampa al Museo”.
Al Museo Pietro Tarallo, tra i maggiori giornalisti italiani di turismo (ma la definizione rischia di essere fin troppo minimalista) parlerà del suo ultimo libro “Persone. Protagonisti 1980-2014”. Da Pedro Almodóvar al Dalai Lama, da Monica Vitti a Juliette Gréco, da Jack Nicholson a Paolo Villaggio, da Tina Turner a Madre Teresa, un lavoro che gli permette di viaggiare almeno sei mesi l’anno, di venire a contatto con le diverse culture del mondo e soprattutto con tanta gente. Lo intervisterà Mara Cilli.

“Nomade per vocazione, sedentario per scelta”: così Pietro Tarallo, scrittore, giornalista e fotografo, ama spesso definirsi. Autore di un numero infinito (“forse troppi”, dice lui) di reportage per le più importanti riviste italiane e guide turistiche che parlano di angoli lontani del pianeta, soprattutto di America Latina, Africa Australe, Australia ed Asia. Ma nel suo cuore rimangono due Paesi: Indonesia e India; anche scrittore di libri e guide singolari (sue la Guida ai Monasteri di Italia ed a quelli d’Europa).