Un’inchiesta della Procura coinvolge 5 sanremesi, uno accusato di truffa aggravata, gli altri 4 di ricettazione. Per la Procura, Vincenzo Cutullè, 71 anni, sarebbe l’autore di una maxi-truffa, vittima un imprenditore milanese collezionista d’arte in difficoltà economiche con un dipinto del Canaletto da vendere. Gli indagati, che devono rispondere di ricettazione, sono Mario Tommasini, 77 anni, ex assessore negli anni ‘80; Claudio Barbero, 47 anni, dipendente di un autosalone e i fratelli Paolo e Angelo Giannone, commercianti di 56 e 59 anni, come scrive Paolo Isaia su “Il Secolo XIX”.