Mano, come si suol dire, pesante del giudice sportivo che ha squalificato Massimiliano Moroni, allenatore della Virtus Sanremo sino al prossimo 9 maggio, a seguito di quanto avvenuto durante l’incontro di calcio disputato domenica scorsa sul campo del Riva Ligure.
Di seguito riportiamo la decisione del giudice, così come è apparsa sul comunicato ufficiale della Federazione, diramato questo pomeriggio.

GARA: RIVA LIGURE – VIRTUS SANREMO CALCIO2011
Dall’esame dei documenti ufficiali si rileva che al 38° del secondo tempo il Signor Moroni Massimiliano (allenatore società Virtus Sanremo Calcio2001) entrava indebitamente sul terreno di gioco per invitare il Direttore di gara a controllare una situazione che si stava creando nel recinto degli spogliatoi in seguito all’espulsione di due giocatori che era avvenuta in precedenza; il Direttore di gara allontanava l’allenatore dal terreno di gioco, immediatamente lo stesso comunicava all’Arbitro che la sua squadra non avrebbe terminato l’incontro e quindi invitava i giocatori ad abbandonare il terreno di gioco. L’Arbitro, dopo aver chiesto al capitano se lui e i propri compagni volessero continuare, avendone avuta risposta negativa, si vedeva costretto ad interrompere anticipatamente la gara.
A seguito di quanto sopra esposto, si delibera:
a) di infliggere la punizione sportiva della perdita della gara alla Società Virtus Sanremo Calcio2001 con il punteggio di 1 – 4 (risultato conseguito sul campo al momento della sospensione) (Art. 17/1 C.G.S.)
b) di comminare alla Società medesima l’ammenda di Euro 150,00 (1^ rinuncia) e la penalizzazione di un punto in classifica. (Art. 53/2-7 – Art. 17/1 C.G.S.)
In base a questa decisione la Virtus Sanremo resta sempre terzultima, ma con 15 punti anziché 16.