Una donna di 24 anni di Genova è stata arrestata dalla Polizia per furto di energia elettrica.
Per l’accusa, ha manomesso i sigilli sul contatore della casa in cui è andata a vivere e per tre anni ha usato la corrente senza pagarla per circa 3 mila euro.
La fornitura elettrica dell’appartamento risultava cessata nel 2015, quando la precedente inquilina era morta.
L’ente fornitore di energia ha inviato i propri tecnici per ritirare il contatore manomesso richiedendo l’ausilio della Polizia.