L’11 marzo alle 17.30 a Imperia, Villa Faravelli ospiterà un concerto ascolto per celebrare la donna e rivivere la magia della Belle Epoque
Il salone della prestigiosa Villa Faravelli a Imperia, sede del Maci, sarà il palcoscenico privilegiato del concerto dedicato alla figura femminile. Tante le donne che verranno ricordate, dalla Regina Margherita, a Mata Hari e la Bella Otero, per arrivare a Marie Curie e Maria Montessori, Eleonora Duse e altri grandi protagoniste, che con la loro personalità hanno contribuito a muovere i primi passi dell’emancipazione femminile.
Per citare le parole di Raffaella Ranise che ha curato il testo “La Belle Epoque è stata la più affascinante delle illusioni, una chimera che in appena vent’anni ha travolto il mondo come un ciclone, una giostra che girava a ritmi mai visti, per vanire così com’era arrivata, sulla scia dell’Orient Express.”
Un racconto affascinante e avvincente che rapirà il pubblico, reso ancora più efficace dalle meravigliose musiche e chanson del periodo interpretate dal soprano Angelica Cirillo, accompagnata al pianoforte dal maestro Cinzia Bartoli e dal violino del maestro Giovanni Sardo. Tre artisti internazionali insieme a una scrittrice, che pubblica per Longanesi e Marsilio, hanno unito i loro talenti per dare vita ad uno spettacolo di altissimo livello.
L’ esordio imperiese sarà l’inizio di una serie di concerti in Liguria e in Italia.
L’evento, a offerta libera, è stato voluto dall’Ufficio della Consigliera Regionale e Provinciale di Parità Laura Amoretti, con il patrocinio della Provincia e del Comune di Imperia e il sostegno della Ditta Alberti e la Fratelli Carli.
E ’possibile visitare la preziosa collezione Invernizzi a partire dalle 16,30.