Il Sindaco del Comune di Taggia Mario Conio, su proposta dell’Assessore al Commercio Chiara Cerri, sentite le Associazioni di Categoria, Confartigianato e C.N.A., ha emesso un’ordinanza finalizzata all’apertura facoltativa per gli esercizi di acconciatore ed estetista, nella giornata di domenica 11 marzo. giorno in cui si festeggia il Santo Patrono di Taggia “La Madonna Miracolosa”.


ESERCIZI DI ACCONCIATORE ED ESTETISTA: APERTURA FACOLTATIVA NELLA GIORNATA DI DOMENICA 11 MARZO 2018

IL SINDACO
VISTA la legge 23.12.1970, n. 1142;
VISTA la legge 17.08.2005, n. 174;
VISTO il D.L. 31.01.2007, n. 7, convertito nella L. n. 40/2007;
RICHIAMATA l’ordinanza Sindacale n. 22 del 18/02/2015 che dispone per gli esercizi di acconciatore ed estetista “la chiusura totale nelle giornate di domenica e festivi, salvo specifiche deroghe annuali”;
CONSIDERATO che domenica 11 marzo 2018 si festeggia il Santo Patrono di Taggia “La Madonna Miracolosa” e che in tale occasione saranno celebrate le Sante Cresime nella Parrocchia di Taggia;
PRESO ATTO che le Associazioni di Categoria, Confartigianato e C.N.A. hanno presentato specifica richiesta di deroga alla chiusura degli esercizi, al fine di venire incontro alle necessità della clientela;
RITENUTO di concedere la facoltà di apertura nella giornata di domenica 11 marzo p.v. secondo l’orario abitualmente effettuato;
VISTO il D.Lgs. 267/2000;
DISPONE
per gli esercizi di acconciatore ed estetista l’apertura facoltativa nella giornata di domenica 11 marzo 2018.
Del presente atto sarà data idonea pubblicità mediante inserimento nel sito internet del Comune di Taggia, nonché mediante invio alle Associazioni di Categoria.
Copia della presente viene trasmessa al Comando di Polizia Municipale per la vigilanza sul rispetto delle disposizioni.
Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale avanti il T.A.R. Liguria ovvero è ricorso straordinario al Capo dello Stato rispettivamente entro sessanta e centoventi giorni dalla data di avvenuta pubblicazione.
IL SINDACO DI TAGGIA
Arch. Mario CONIO