Sabato sera al Palaroya di Ventimiglia, tutti gli appassionati di sport e di pallamano, hanno assistito ad un evento di incredibile “Pathos”. Così può essere definita la partita tra la squadra di Pippo Malatino ed il Cassano Magnago, società blasonata tra le più importanti d’Italia. Un incontro ricco di emozioni e colpi di scena, che ha ancora una volta espresso come questa disciplina possa essere spettacolare ed appassionante.
Partiva a razzo il Cassano, che dopo sette minuti, conduceva l’incontro per 6-0, costringendo lo staff del Ventimiglia a chiedere un Time out, che risultava decisivo sull’esito dell’incontro, a tal punto che i giovani ventimigliesi ritornavano in campo trasformati e chiudevano la prima parte della gara con il punteggio di 13-9, infliggendo ai rivali un parziale incredibile di 13-3-
Nella ripresa il Cassano cercava di svegliarsi dal colpo ricevuto e le sorti della gara restavano incerte fino alla fine, quando Andrea Agnese, uno dei protagonisti della gara, segnava a due minuti dalla fine la rete del + 3 per la Pallamano Ventimiglia(25-22), che rendeva vana il disperato tentativo di rimonta del Cassano, che doveva alla fine cedere le armi con il punteggio finale di 25-23.
“Una vittoria importante per la nostra squadra e tutto il nostro movimento; questi sono i primi punti che raccogliamo ed averlo fatto contro una squadra come il Cassano ci riempie di gioia e ci ripaga dei sacrifici fatti e della sfortuna che dall’inizio dell’anno abbiamo dovuto con determinazione affrontare. La nostra è una squadra tutta rinnovata e piena di Under 17, Under 19, i soli tre veri senior che danno un apporto importante ai nostri ragazzi, non sempre possono essere presenti agli allenamenti, ma la loro presenza è importantissima e la loro esperienza fondamentale. La rifondazione della nostra prima squadra passa quindi per un percorso irto di difficoltà, che però non scoraggia il mio ed il temperamento di chi crede nel progetto. Quest’anno il nostro obbiettivo è quello di provare a tutti che la categoria non è distante da quello che è il valore assoluto della squadra; non è un impresa facile, ma questa vittoria dimostra che le nostre scelte, non erano affatto campate in aria. Chi ha avuto la forza di crederci, oggi è stato premiato, chi ha abbandonato la nave, in difficoltà, deve oggi farsi un serio esame di coscienza. Comunque adesso dobbiamo goderci il risultato e pensare alla prossima partita dove recupereremo Iorio e Benini, assenti oggi e cercheremo di vendere ancora cara la pelle. Oggi Uras(1 rete) e compagni sono stati grandi; Bollo ha realizzato 8 reti, Lina 6 e i giovanissimi Agnese(4 reti) classe 2001 e Gangemi(3 reti) classe 2002, sono stati autentici eroi della gara. Un valido apporto è stato dato anche da Riceputi con 3 reti, anche se nelle ultime settimane la sua presenza agli allenamenti è stata sporadica; tutti comunque devono sentire propria la vittoria, anche chi è entrato poco o per niente in campo. Adesso non dobbiamo però troppo esaltarci, ma pensare con grande fiducia al prossimo incontro con la voglia sempre di migliorarsi e di continuare un percorso dove solo carattere e abnegazione nel lavoro di tutti i giorni, può dare i risultati. ” Queste le prime parole di Pippo Malatino nel dopo gara.

La prossima settimana i gialloneri, andranno a far visita al Crenna, una delle protagoniste di questo campionato, con l’auspicio di un’altra buona prestazione.

Tabellino dell’incontro:
Pallamano Ventimiglia-Cassano Magnago 25-23(p.t. 13-9)

Pallamano Ventimiglia: Madara(p.), Lina(6), Bollo(8), Uras(K. 1), Hali, Agnese(4), Gangemi(3), Riceputi(3) Centonze, Lupis, Fiorella, Marassi, Laconi
Allenatore: Pippo Malatino; dirigente accompagnatore: Perilli Ivano; addetto all’arbitro: Lupis Moreno

(Le foto sono dei giovani Andrea Agnese(classe 2001) e di Alessandro Gangemi(classe 2002) protagonisti dell’incontro)