L’imprenditore di Ventimiglia Giuseppe Caringella, 62enne titolare di una stazione di servizio e di un’officina nella zona di Nervia, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di aver prestato soldi a interessi usurari.
Ad aver chiesto a Caringella denaro in prestito per uscire dai problemi finanziari erano stati 5 imprenditori. Stando alle accuse, Caringella avrebbe preteso pagamenti mensili fino a 500 euro con interessi considerati illegali, come scrive Maurizio Vezzaro su “La Stampa”.