La procura della Corte dei Conti della Liguria ha avanzato perplessità sulla spesa sanitaria della Regione Liguria. Per i giudici il fatto che il numero di residenti liguri che si recano fuori regione per curarsi sia maggiore rispetto a quello dei residenti fuori regione che si rivolgono alla sanità ligure è sintomatico di inefficienza. Questa migrazione di malati determina alla regione un saldo passivo di 40 milioni di euro. Per quanto riguarda la distribuzione dei farmaci, la Procura sottolinea come l’accordo stipulato dall’amministrazione regionale, per una distribuzione per conto e non diretta, getti dubbi sulla convenienza per l’ente pubblico.