Una donna di 28 anni, di Albenga, madre di un bimbo piccolo, è rimasta paralizzata dopo essersi ribaltata con la sua auto. Ora ha avviato una causa civile contro la Ford, perché la cintura di sicurezza sarebbe stata difettosa. Nel giugno 2015, quando si verificò l’incidente la vettura era ancora in garanzia. La 28enne perse il controllo dell’auto sull’Autofiori, all’altezza di Taggia. I dubbi sul corretto funzionamento della cintura furono già stati sollevati dalla Stradale che effettuò i rilievi dell’incidente, come scrive Paolo Isaia sul “Secolo XIX”.