Ermal Meta
Pensavo di arrivare terzo, dato che è stato il mio piazzamento nelle ultime due partecipazioni. Ci siamo sentiti feriti ed attaccati ingiustamente lì per lì. Però ora che tutto è stato superato, non c’è senso di rivalsa. E’ andato tutto al suo posto dopo il chiarimento con i giornalisti. Sono molto felice per la vittoria per quel che rappresenta questa canzone. Andremo all’Eurofestival dato che gli italiani vogliono che li rappresentiamo, ne siamo onorati. La nostra tocca un tema sociale, ma è anche una canzone d’amore nei confronti dell’umanità. Noi non abbiamo mai pensato ai pronostici che ci davano come favoriti. Per questo non siamo stati presi dall’ansia da prestazione. Mercoledì un po’ di ansia ci è però venuta viste le polemiche che erano nate sulla nostra canzone.

Fabrizio Moro
Abbiamo messo coraggio e speranza per divulgare questo messaggio e abbiamo scelto di iniziare da Sanremo. La cosa più bella è che grazie a questa esperienza ho trovato un nuovo amico. Adesso c’è spazio solo per la felicità. Quello che è successo mi ha dato tanta rabbia positiva e penso che questo abbia contribuito a migliorare le nostre esibizioni nelle ultime sere. Nel 2007 vinsi con “Pensa” nelle Nuove Proposte, quindi non è la prima volta che presento una canzone con temi sociali. A Sanremo abbiamo pensato solo a dare il meglio di noi stessi, senza pensare ai tanti pronostici che ci davano come favoriti. L’idea di far leggere quella lettera a Cristicchi è nata dall’idea di un nostro fan su internet.

Gli Stato Sociale, secondi in classifica
E’ come aver organizzato un bello scherzo e poi ti accorgi che lo scherzo diventa gigante. Non avevamo nessuna velleità competitiva, tanto che puntavamo ad arrivare penultimi. Alla fine siamo arrivati penultimi ma leggendo la classifica al contrario. La ballerina Paddy Jones ha contribuito non poco al nostro successo. I ballerini si sono divertiti tanto i ballerini e siamo stati felici di averli portati a Sanremo. Abbiamo scoperto di essere arrivati secondi quando l’hanno detto in tv. Stavamo pensando ad altro: una birra o ad una parmigiana di melanzane. Ermal e Fabrizio erano i più forti. Hanno due pubblici uniti e una canzone bella interpretata da Dio”.

Noi veniamo da un mondo non generalista nazional-popolare. Se avessimo portato una canzone d’amore, avremmo lanciato un messaggio stranissimo ai nostri fan. Abbiamo accettato di andare a Sanremo solo sapendo di poter interpretare un brano che ci rispecchiava in pieno.

Annalisa, terza in classifica
Sono felicissima per essere salita sul podio. Un enorme grazie va a chi ha lavorato con me: senza di loro non sarei riuscita ad arrivare al terzo posto. Sono anche felice di rappresentare le quote rosa sul podio di questo Sanremo.
Volevo andare a mangiare dopo aver cantato, ma è stata una sorpresa bellissima finire tra i primi tre.

Ron, vincitore del Premio della Critica “Mia Martini”
Gli eredi di Lucio Dalla hanno consegnato questo bellissimo brano a Baglioni. Claudio ci teneva molto che uscisse e mi ha invitato a cantarlo per partecipare a Sanremo.