Ancora una volta dobbiamo sopportare l’arroganza di una vip, che, in preda all’euforia festivaliera, pensa bene di violare la legge oltraggiando la Polizia di Stato, nella persona di uno dei tantissimi operatori, che con spirito di sacrificio, garantiscono la sicurezza a Sanremo nei giorni del Festival, invasa da tanti turisti e visitatori”. Inizia così l’intervento del leader ligure del COISP, sindacato indipendente di Polizia, Matteo BIANCHI, sull’ingiuria proferita in direzione di un esponente delle Forze dell’Ordine dalla cantante Noemi nella città dei fiori. Continua Bianchi:”che non ci si nasconda dietro la kermesse festivaliera per far passare sotto traccia l’ennesimo oltraggio a chi, anche in questo impegnativo appuntamento con l’ordine pubblico e la prevenzione, lavora con professionalità ed impegno: la cantante Noemi dovrà rispondere penlmente dell’oltraggio commesso in pieno centro e fornire pubbliche scuse a tutta la categoria !” Ancora il numero uno del COISP in Liguria: ”mentre centinaia di operatori sono impegnati a garantire la sicurezza della città del ponente ligure, in un appuntamento conosciuto in tutto il mondo, sembra che ingiuriare le forze dell’ordine sia un gesto normale e giustificato. Le donne e gli uomini in divisa sono stanchi di questo clima, frutto di una mancanza di rispetto e assenza di gratitudine da parte di ampi settori della società, probabilmente quella meno civile. Auspichiamo che a questo deprecabile gesto segua l’intervento delle nostre istituzioni a protezione di chi ha a cuore il rispetto delle leggi.”
Segreteria Regionale Coisp