Nina Zilli partecipa per la terza volta in carriera al Festival di Sanremo con il brano “Senza appartenere”. La prima esperienza al Teatro Ariston risale al 2010 quando debuttò tra le “Nuove Proposte”. Il suo ultimo album “Modern art” è uscito nel settembre 2017, mentre domani, sabato 9 febbraio, uscirà una nuova edizione del disco.

Festival #Sanremo 2018 Nina Zilli (Campioni) in Sala Stampa

Contenuto non disponibile
Consenti l'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetta" nel banner, oppure scorrendo e navigando la pagina e il sito"

Nina Zilli
È un pezzo per tutte le donne del mondo che hanno avuto il coraggio di togliersi da certe, brutte situazioni. I dati dei femminicidi sono davvero allarmanti. Ho subito pensato che questa canzone poteva essere perfetta per Sanremo. Quando ho scritto certe frasi pensavo a quelle che mi hanno cresciuto, mia mamma e mia nonna (mi hanno cresciuto, lavorando entrambe) ed alle grandi donne del passato, da Nina Simone a Marie Curie. Mi fanno soffrire i dati sulla violenza sulle donne e sul femminicidio in Italia. Ho voluto cantare un’ode alla bellezza e alla forza della donna, un invito a tutte di trasformare la paura in coraggio. In questo periodo viaggiamo, purtroppo, sempre più in superficie, trascurando le tematiche sociali, a differenza di quanto accadeva in passato. Ma mi sembra giusto toccare questi temi in una canzone, non si può sempre parlare dell’amore seguendo i canoni tradizionali.