Giovanni Caccamo è il più giovane nella categoria “Campioni” al Festival di Sanremo 2018. Tre anni fa vinse tra le “Nuove proposte” con “Ritornerò da te”. Torna all’Ariston due anni dopo aver conquistato il terzo posto assieme a Deborah Iurato. Domani sera duetterà con Arisa. Il suo nuovo album “Eterno” (come il titolo della canzone che porta a Sanremo) uscirà domani, venerdì 9 febbraio. I primi 5000 acquirenti avranno in omaggio dei semi di una pianta (zinnia).

Festival #Sanremo 2018 Giovanni Caccamo in Sala Stampa

Contenuto non disponibile
Consenti l'utilizzo dei cookie cliccando su "Accetta" nel banner, oppure scorrendo e navigando la pagina e il sito"

Giovanni Caccamo
In un momento in cui le relazioni sono sempre più fugaci, ho voluto presentare una canzone che parla di un amore eterno, ispirandomi a tutto quello che mi sta accadendo nella vita. Ho trovato l’amore eterno, cercatelo anche voi. I miei nonni compiono 60 anni di matrimonio, ho davanti agli occhi un bellissimo esempio. Come duetto mi piacerebbe cantare con Adele. Tra le altre canzoni in gara in questo Festival mi piacciono i brani di Max Gazzè e Ron. Sono davvero riconoscente a Franco Battiato perché con me è stato di una generosità rara. Sono stato chiuso in casa per mesi a scrivere il mio nuovo album, dimenticandomi della mia immagine. Mi sono visto con la barba e ho pensato di tenerla come ricordo di questo periodo di clausura. Gli arrangiamenti del mio nuovo album sono stati realizzati agli Abbey Road Studios di Londra con la London Session Orchestra. Della Sicilia non mi piacevano i ritmi lenti e quando sono andato a Milano ho pensato di trovarmi nel mio ambiente. Però quando sono tornato nella mia Regione ho potuto apprezzare tante peculiarità, doti uniche che possiede solo la mia terra di origine.