Fiorello, all’indomani del debutto di Sanremo di cui è stato protagonista, ha detto: “L’uomo che ha fatto l’incursione sul palco dell’Ariston mi ha chiesto scusa. Quando sono uscito dal ristorante in mezzo alle telecamere che mi aspettavano c’era anche lui. Mi ha avvicinato per parlarmi, mi ha detto che era stato interrogato. Mentre salivo in auto mi ha chiesto nuovamente scusa, gli ho detto che non c’era bisogno”.
L’uomo, dopo l’identificazione, non essendo un soggetto pericoloso, è stato rilasciato. Il protagonista dell’incursione è un disoccupato sanremese di 52 anni, che vive in un alloggio della Diocesi. Voleva protestare contro lo sfratto, la mancanza di un lavoro e le condizioni di indigenza. Sarebbe riuscito a entrare nella “zona rossa” dell’Ariston, superando i controlli al metal detector, poi è riuscito a eludere il controllo della vigilanza privata all’ingresso del teatro ed è entrato nella sala principale.