Grazie al pressing del MoVimento 5 Stelle e alla nostra interrogazione, discussa oggi in Consiglio regionale, ora esiste un cronoprogramma di interventi strutturali da parte di Rfi sulla stazione colabrodo di Imperia.
Ma non è sufficiente. Serve un costante monitoraggio istituzionale, mancato del tutto ai tempi della costruzione, sulla effettiva concretizzazione dei lavori.
Interventi che, però, vanno seguiti in itinere, passo dopo passo, nel nome della qualità strutturale e del servizio offerto.
L’aver puntato per 14 mesi consecutivi i riflettori su questi disagi non è stato vano o tempo perso. Siamo stufi di veder giunte di ogni colore far sfilate inaugurali su strutture dove non è stato fatto alcun accertamento di qualità, spesso poi obbligando le stesse istituzioni a investire ulteriori soldi pubblici su interventi tappabuchi.
Attendiamo ora Rfi in Commissione trasporti affinché relazioni nel dettaglio su costi e tempi di questi interventi, anche alla luce dell’annunciato piano decennale 2017-2026 che prevede progetti di riqualificazione su 54 stazioni liguri.
Come MoVimento 5 Stelle abbiamo a cuore la qualità della vita dei pendolari, degli utenti e dei lavoratori che vorrebbero finalmente veder risolti quei cronici disagi che, a causa di una vecchia politica troppo attenta alle passerelle, quotidianamente sono costretti ad affrontare.

Marco De Ferrari
portavoce MoVimento 5 Stelle Liguria