Il gup di Genova ha assolto per non aver commesso il fatto Gabriele Rigotti, 19 anni, l’amico che si trovava con Adele De Vincenzi, 16enne morta per strada nel luglio scorso dopo aver assunto una dose di ecstasy. Rigotti era accusato di spaccio e morte come conseguenza di altro reato. Secondo la squadra mobile, la sera in cui morì, Adele aveva consumato ecstasy a casa di Rigotti con la ragazza e un’altra minorenne: la droga era stata acquistata da un pusher 17enne a Busalla.