Claudio Briglia, 50enne di Camporosso, è stato assolto in Appello dall’accusa di aver abusato della domestica, di 28 anni, di origini moldave, in quanto avendo la mano semi amputata non avrebbe mai potuto afferrarla, cercando di spogliarla, come detto dalla donna. In primo grado l’uomo era stato condannato a 2 anni e 6 mesi. Briglia è stato assolto perché il fatto non sussiste sotto il profilo della contraddittorietà della prova. L’uomo era accusato di essersi denudato nel 2013 mentre la domestica stava sistemando casa, cercando di aggredirla.