S’intitola « VariEtà in jazz » il nuovo album realizzato da Freddy Colt con l’etichetta Mellophonium Multimedia, diciassettesima uscita per la collana « ciddì ». Il disco comprende ben 15 tracce ispirate al mondo del jazz tra gli anni ’20 e i ’50, non senza contaminazioni di taglio « teatrale » alla maniera del vecchio varietà. Insieme ai brani musicali si possono ascoltare infatti brevi presentazioni, interventi parlati, piccoli sketch, tutte cose piuttosto insolite in un disco di jazz. Eppure la parte musicale è di tutto rispetto con brani orchestrali eseguiti dalla band dei “Swing Kids” composta da giovani musicisti del Ponente insieme a qualche ospite : sax, clarinetti, tromba e trombone, insieme agli strumenti ritmici, chitarra, contrabbasso, piano e batteria, conferiscono ai brani quel « colore » tipico delle incisioni d’epoca, ovviamente con qualche concessione di attualizzazione. Nel disco c’è qualche brano noto, come i due temi vocali proposti da Andy Arnaldi (la goliardica “La scuola del ritmo” di Natalino Otto e la confidenziale “Jessica” di Bruno Martino), ma soprattutto partiture rare e poco note di maestri come Enzo Ceragioli, Piero Pizziconi, Francesco Ferrari, Lelio Luttazzi e, naturalmente, Pippo Barzizza. Al centro dell’album c’è anche un divertente “siparietto” di canzoni umoristico-maliziose proposte dalla Ziki-Paki Band, altra creatura dello “chef d’orchestra » Colt. Insieme a validi solisti, il disco è impreziosito dagli interventi del milanese Giancarlo Mariani al mellophonium e del maestro Reddy Bobbio in una bella rilettura di Glenn Miller. Molto curiosi sono gli annunci in stile “Eiar” dovuti al giovane speaker Roberto Berlini. L’album, inciso presso lo studio RDA di Sanremo e accuratamente confezionato graficamente dall’art director della Mellophonium Multimedia Paolo La Cola, gode del patrocinio della Fondazione Lelio Luttazzi ed è realizzato grazie al contributo delle famiglie di alcuni artisti omaggiati. La produzione artistica del progetto è firmata dai maestri Freddy Colt e Simone Giacon, valente sassofonista e vice-direttore dell’orchestra. La presentazione ufficiale è prevista la sera del prossimo 9 febbraio al Ristorante « da Erio » di Vallecrosia, sede del Tempio-Museo della Canzone Italiana. Tutti gli amanti dello swing, del dixieland e della canzone sincopata italiana non possono perdersi « VariEtà in jazz ».
Il disco si può ordinare inviando una mail ai seguenti indirizzi : multimedia@mellophonium.it ed editore@mellophonium.it