Due eventi d’eccezione, sabato 27 gennaio, segneranno a Bordighera la Giornata della Memoria 2018, 73° anniversario dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz. Entrambi gli appuntamenti sono segnalati e promossi da 5Valli.
Si comincerà alle 18 allo Spazio aperto Via Dritta 22, l’intimo spazio curato da Claudia Roggero, con “Giornata della Memoria 1945-2018, una mostra spettacolo per non dimenticare, ispirata al racconto “Goccia del mare” di Enzo Iorio dedicato alla Shoah.
Con i contributi di sette artisti (Elia Barone, Saverio Chiappalone, Andrea Iorio, Sandro Libra, Roberto Pallanca, Ivan Secco, Pino Venditti), le voci di Rosalinda Esposito e Andrea Iorio e le musiche di Marco Balbo daranno vita a un evento che narra l’amicizia e la complicità tra una bambina ebrea e un piccolo “balilla” a Sanremo durante la seconda guerra mondiale.
Le opere degli artisti saranno visibili sia sabato 27 sia domenica 28 dalle 16 alle 20. L’ingresso è libero.
Sempre sabato, alle 21 al Palazzo del Parco, e sempre con ingresso libero e gratuito, è previsto anche un altro spettacolo teatrale, curato da Liber Theatrum, con la regia di Diego Marangon. In programma è “Ridere rende liberi – Il potere della risata contro l’orrore della Shoah”
Era possibile ridere al tempo dell’Olocausto? Per il quinto anno consecutivo Liber Theatrum e Diego Marangon puntano la loro attenzione su una delle più grandi tragedie umana della storia moderna con uno spettacolo in costante equilibrio tra ricordi, aneddoti e battute, dove si ride e si sorride, spesso amaramente. L’umorismo e l’ironia aiutano a interrogarsi sui poteri e sulla forza d’urto del riso, per riflettere sul senso del comico nel cuore del dolore: anche così che si alimenta la “memoria”, per non disperderla e per non dimenticare.