Una donna di origine albanese, disperata per uno sfratto esecutivo, si è cosparsa di benzina e con un accendino tra le mani ha minacciato di darsi fuoco nel Palazzo di Giustizia della Spezia. Agenti di polizia giudiziaria hanno iniziato a parlarle cercando di farsi spiegare le ragioni del gesto e sono riusciti a farla desistere. La donna è stata sottoposta ad un trattamento sanitario obbligatorio.