“Riva Ligure si sta preparando: dal 1° marzo i cassonetti verranno eliminati dalla strada e partirà il nuovo servizio di raccolta rifiuti porta a porta” – a dirlo è il Sindaco Giorgio Giuffra durante il secondo incontro avvenuto il 19 gennaio presso il Centro Anziani, con i cittadini di Riva – “ma già dal primo giorno di febbraio, presso la frazione Prati si è deciso di iniziare la raccolta porta a porta in via sperimentale”.
Il servizio, attuato da Amaie Energia e Servizi in collaborazione con il Comune, prevede anche la distribuzione dei Kit necessari alla raccolta, distribuzione gestita dal Centro di Innovazione Ambientale del Centro di Formazione “G. Pastore” di Imperia. “La distribuzione del materiale continua, con un calendario ricalibrato per venire incontro a tutte le esigenze”, spiega Mario Casella, responsabile del Centro. “Il nuovo calendario di distribuzione infatti prevede la consegna dei kit tutti i lunedì dalle ore 8:30 alle 14:00 fino al 19 febbraio compreso e poi anche i sabati 10 e 24 febbraio, sempre dalle 8:30 alle 14:30. Inoltre subito prima e dopo il 1° marzo la distribuzione sarà giornaliera, per permettere a tutti i lavoratori e i non residenti di ritirare il materiale (ovvero sottolavello e soprattutto sacchetti), oltre che le necessarie informazioni per la raccolta. Dal 26 febbraio fino al 3 marzo infatti la distribuzione avverrà tutte le mattine sempre nell’orario dalle 8:30 alle 14:00 mentre dal 5 al 9 marzo tutti i pomeriggi dalle 12:30 alle 18:30”. “Ricordo infine”, dice Monica Previati che sta coordinando le operazioni di consegna insieme a Chiara Borro “che il 23 febbraio alle ore 20:30 ci sarà un incontro con la cittadinanza presso il centro anziani, per ribadire le corrette modalità di conferimento dei rifiuti e rispondere alle domande degli utenti in vista dell’imminente cambio di sistema”. “L’età della differenza a Riva è già iniziata e i cittadini si sono dimostrati attivi e parteciparvi. Questo”, conclude il Sindaco, “è ciò che davvero conta perché soltanto insieme possiamo fare la differenza per la città, per noi stessi e per l’ambiente”.