Le Associazioni Culturali A.S.D. Piacere Seborga! e Liberarte Famkoré in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Seborga, Il Principato di Seborga e ENDAS Direzione Provinciale di Imperia presentano nell’ambito del progetto “Seborga in Festa” la prima edizione di “Carnevale a Seborga”.

“Seborga in Festa” è un progetto studiato dalla Direzione Provinciale ENDAS Imperia per promuovere il Territorio tutto l’anno coinvolgendo le varie Associazione e dare una marcia in più al Turismo, principale fonte economica del territorio.

L’evento programmato per Domenica 4 Febbraio coincide, quest’anno, con la settimana di apertura del periodo carnevalesco e vuole abbinare la visita al Principato con la gioia e gli spettacoli del Carnevale.

Programma fitto di appuntamenti tra spettacoli, laboratori creativi per bambini, laboratorio sartoriale con mostra di costumi, performance di bodypainting, esposizione di rapaci, pittori in estemporanea, tour guidato nel Borgo il tutto contornato dal un mercatino artigianale e di street food con il coinvolgimento delle attività di ristorazione locale.

Nel dettaglio la giornata prevede:

Ore 10:00 Parata del Gruppo Stamburando che darà il via alla manifestazione c on l’apertura del mercatino e delle iscrizioni del concorso “Vestito più originale”;

Ore 11:15 Concerto con arpa e voce della musicista Elena Mazzullo

Ore 14:00 Animazione e giochi per bambini a cura de “La Compagnia Dei Fuocolieri”

Ore 15:30 Sfilata dei vestiti del concorso “Vestito più originale” e premiazione;

Ore 16:00 Concerto del gruppo “Oggitani”

Ore 17:30 spettacolo ” La scoperta del fuoco” de “La Compagnia Dei Fuocolieri” di Firenze;

Nelle piazze oltre al mercatino artigianale e street food ci sarà l’esposizione dei rapaci a cura dell’Associazione “Terra di Confine”, la performance di bodypainting a cura di Marta Lavenartisitca, le Bolle giganti, un’extemporanea di pittura e diversi laboratori.
Tour guidato nel borgo con ritrovo al “IPoint Lavanda della Riviera dei Fiori”.

Associazione Culturale Artistica, organizza mostre d’arte individuali e collettive, presentazione di libri, laboratori artistici (sia per bambini che adulti) di pittura, ceramica e musica, art slam, art fusion con corsi, workshop, visite guidate a mostre, gallerie e musei.

Elena Mazzullo
Elena Mazzullo è una Cantautrice e Musicista Italiana di genere Folk, Celtic e New Age. Elena comincia a studiare canto moderno all’età di 15 anni.

Per potersi accompagnare con la voce rendendosi musicalmente indipendente comincia anche a studiare Arpa celtica. Elena riprende gli studi di canto lirico a 21 anni frequentando la scuola di musica “Musicarte ” di Caporosso.

Nell’anno 2016 inizia il suo percorso di Laurea in canto lirico al Conservatorio di musica Niccolò Paganini di Genova.

Nel corso degli anni Elena collabora con moltissimi musicisti della sua provincia ed entra a far parte di svariate band incrementando così le sue esperienze e performance dal vivo in diversi locali nella regione Liguria.

Partecipa a concorsi come ” Red Music Festival ” Sanremo, con la band ESOTERYA aggiudicandosi il 3 premio; collabora per quasi un anno assieme la band symphonic metal Kantica (Savona) come Vocalist.

Melodie celtiche e new age, perché è con questa musica che si possono far vibrare emozioni, raccontando storie fantastiche di un mondo fantastico.

Oggitani
Gli Oggitani propongono uno spettacolo in cui si alternano danze di origine balcanica (coçek bosniaco), brani rumeni, cecoslovacchi e ungheresi, trascinanti rumbe macedoni, sirtaki, e berberomaghrebini, danze occitane (scottish, rigodon, curente ecc.) e del sud Italia.

Dopo anni di ricerca e di fusione artistica con le più disparate etnie del mondo, ma in particolare con un profondo interesse per le tradizioni del bacino del mediterraneo nascono nel 2004 gli Oggitani

I musicisti provengono da diverse estrazioni ed esperienze nell’ambito della musica folk tradizionale, classica, latin- jazz. Ma quello che propongono in questa formula è qualcosa di completamente originale che parte dallo studio della musica tradizionale mantenendo viva la ricerca di una comunicatività contemporanea tra passato, presente e futuro.

Musicisti:

Sergio Caputo – violino, voce, percussioni; Martino Biancheri – tromba e bombardino; Fabrizio Vinciguerra – chitarra; Roberto Sciacca – basso elettrico; Fabio Turini – batteria.

La Compagnia dei Fuocolieri
“La Compagnia Dei Fuocolieri” di Firenze nasce nel 2005, è una compagnia d’arti varie caratterizzata dall’uso delle fiamme come strumento espressivo e da una radicale connotazione umanista e socio-culturale, di cui negli anni faranno parte diversi artisti di varia estrazione e formazione.

Queste collaborazioni permetteranno a “La CdF” di spaziare in tutte le forme espressive: dalle arti plastiche e figurative a quelle visive ed alla musica oltre che, ovviamente, a quelle sceniche.

“La CdF” organizza rassegne artistiche, cura programmazioni, eventi ed iniziative culturali in collaborazione con enti pubblici e privati come, ad esempio, le diverse edizioni di “Estate a cappello” o la 1° convention di “Fuocoleria ed arti Circensi”, “Il sensibile ed Il pensabile” (rassegna teatrale e di arti visive), “I bimbi in piazza per natale”, “Nottenera 2012”, “Palermo street fest”.

Ha partecipato a rievocazioni storiche, cortei in costume, feste patronali, notti bianche, eventi culturali, festival e kermesse.

Numerose anche le produzioni teatrali presentate da “La CdF” a festival e rassegne, dalla messa in scena di autori del ‘900 (Le serve, Il sogno di un uomo ridicolo, il piccolo principe) alla creazione di progetti scenici e spettacoli di arti varie (‘u bellu sciò, ‘u munnu arriversa, noi… se fosse donna, la babele 2, una realtà concreta, per una libera comune delle donne e degli uomini). “La CdF” si occupa anche di formazione con stage, laboratori, seminari, residenze artistiche ed attività didattiche presso istituti scolastici, pubblici, privati.
Dal 2012 al 2014 “La CdF” si cimenta anche in un’ esperimento di residenza artistica permanente: “Cas’adduma”; da cui nasce “La luna ed il Falò” un laboratorio artigianale di collaborazione interetnica.
Attualmente svolge un corso di teatro e danza presso la Max Ballet Academy a Firenze.