Il Comune di Imperia ha emesso un’ordinanza relativa alle modifiche della viabilità per l’intervento di messa in sicurezza in viale Giacomo Matteotti, all’ingresso della rampa del sottopasso di collegamento con via Trento e via Argine Destro, per conto del Settore Lavori Pubblici.

– Considerato che a decorrere dal giorno 22 gennaio 2018 l’A.M.A.T. S.p.A. con sede in Imperia, via S. Pio da Pietrelcina n° 42 eseguirà un intervento di messa in sicurezza di caditoia in v.le Giacomo Matteotti, all’ingresso della rampa del sottopasso di collegamento con via Trento e via Argine Destro, per conto del Settore LL.PP..
– Vista la comunicazione del suddetto Settore pervenuta in data 17 gennaio 2018, a firma del dirigente Ing. Alessandro Croce con la quale si richiede l’emissione di ordinanza viabilistica di interdizione al transito veicolare sulla rampa e nel sottopasso di collegamento tra v.le Giacomo Matteotti, via Trento e via Argine Destro..
– Ravvisato che, per garantire il normale svolgimento dei lavori sopra indicati, necessita interdire il transito nella località interessata dai lavori.
– Ravvisata la necessità di provvedere a quanto suddetto.
– Visto il D.Lgs. 30 Aprile 1992, n° 285, “Nuovo Codice della Strada” ed il D.P.R. 16 Dicembre 1992, n° 495,
“Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada”.
– Visto il D.Lgs 18 Agosto 2000, n° 267.
– Visti i D.lgs 494/96 e 528/99.
O R D I N A
Con inizio dalle ore 8,30 del giorno 22 gennaio 2018 e sino alle ore 19,00 del 24 gennaio 2018:
VIALE GIACOMO MATTEOTTI
1) sulla rampa di collegamento, attraverso il sottopasso ex ferrovia, con via Trento e via Argine Destro.
2) per i veicoli circolanti con direzione da Oneglia a Porto Maurizio, all’intersezione con la rampa del sottopasso indicata al punto 1), direzioni consentite diritto e sinistra.
3) per i veicoli circolanti con direzione da Porto Maurizio ad Oneglia, all’intersezione con la rampa del sottopasso indicata al punto 1), direzioni consentite diritto e destra.
AVVERTE
– Che l’impresa esecutrice dei lavori dovrà collocare la necessaria segnaletica stradale temporanea ai sensi delle norme in premessa citate (artt. 20 e 21 del N.C.d.S., artt. dal 29 al 43 del regolamento di esecuzione del codice stradale, D.M. 10 luglio 2002), nonché mantenerla costantemente in stato di efficienza.
– Che l’impresa esecutrice dei lavori dovrà provvedere al posizionamento di pannelli con fondo di colore giallo, delle dimensioni di 120 x 120 cm. recanti la durata dell’intervento e percorsi alternativi, da posizionarsi rispettivamente all’intersezione di viale Matteotti con via Buonarroti e sul ponte Impero.
– Che l’impresa esecutrice dei lavori dovrà essere in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie ad effettuare l’intervento.
– Che la presente Ordinanza, da pubblicarsi all’Albo Pretorio, sarà resa nota al pubblico mediante l’apposizione della prescritta segnaletica stradale. I segnali indicanti divieto di sosta, dovranno essere collocati non meno di quarantotto ore prima della loro decorrenza. L’impresa dovrà comunicare al Comando Polizia Municipale data e orario del posizionamento della segnaletica inerente lo sgombero delle aree oggetto d’intervento e dei precisi orari di intervento nonché la loro localizzazione. Inoltre i movieri, qualora previsti, devono aver svolto gli specifici corsi ed ottenuto le prescritte abilitazioni stabilite dalle norme sulla sicurezza del lavoro (D.lgs. n° 81/2008 e norme ad esso correlate).
– Che il Comando della Polizia Municipale e gli altri organi di Polizia di cui all’art. 12 del D.Lgs. 30 Aprile 1992, n° 285, sono incaricati della esecuzione della presente Ordinanza.
– Che entro sessanta giorni è possibile esperire ricorso al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ai sensi dell’art. 37, 3° comma, del N.C.d.S., in merito all’apposizione della segnaletica e alla natura del segnale collocato, o ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale, ai sensi del D.Lgs. 2 luglio 2010, n° 104 “Riordino del processo amministrativo” ovvero, in alternativa al ricorso giurisdizionale ed entro centoventi giorni, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

IL COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE
dott. Aldo Bergaminelli