La squadra mobile di Imperia e la Finanza hanno sequestrato 350 mila euro in alcuni conti correnti, una villa, alcuni terreni e auto alla famiglia Rinaldi di Sanremo, nell’ambito di un’indagine per traffico di sostanze stupefacenti. La misura di prevenzione patrimoniale è stata emessa dalla Procura di Imperia, all’esito degli accertamenti patrimoniali. Secondo i parametri Istat, la famiglia viveva sotto la soglia di povertà ma in verità possedeva beni per circa un milione di euro.
A eseguire la misura di prevenzione patrimoniale nei confronti di Giuseppe Rinaldi, 54 anni e dei figli Luca e Matteo di 20 e 26 anni, è stata la Squadra Mobile della Questura con gli uomini della Guardia di Finanza. Le indagini sono partite nel giugno del 2016 dopo una rapina nella villa di Poggio, nella quale fu coinvolta la moglie di Rinaldi costretta a aprire la cassaforte. Per quell’episodio finirono in carcere Mario Mistretta, 38 anni e Marcello Marini, 51 anni.