Si è chiusa con 3 patteggiamenti, 4 giudizi abbreviati e 2 “messa alla prova” l’udienza preliminare sulle violenze ai degenti del “Cicalotto” di Pornassio, struttura gestita dall’Asl in convenzione con la cooperativa “Il Faggio”. Gli ospiti della struttura, oltre ad essere maltrattati ed insultato, spesso venivano lasciati nudi sul pavimento e sporchi dei propri escrementi.
Massimo Deperi, operatore socio sanitario di Pornassio, 49 anni, licenziato dalla struttura, ha patteggiato 2 anni e 8 mesi; Elena Stoica, 45 anni, infermiera romena, sospesa per un anno, ha patteggiato 2 anni; Daniela Arranga, 58 anni, operatrice socio sanitaria, ha patteggiato 4 mesi.