Don Giuseppe Puglisi, sacerdote impegnato nell’assistenza ospedaliera a Bordighera e Sanremo, è accusato di circonvenzione d’incapace nei confronti di tre anziani (due dei quali morti) dai quali aveva beneficiato di lasciati. L’accusa è di abuso d’ufficio e peculato per appropriazione di denaro in contante di un’anziana benestante di Gorra e di cui era stato amministratore di sostegno dal 2008 al 2016. La Finanza ieri ha visitato la casa di don Puglisi. Il caso è nato da una denuncia della curia di Albenga-Imperia, come scrive Giovanni Ciolina su “Il Secolo XIX”.