Era accusata di aver perseguitato l’ex compagno per convincerlo a tornare con lei, tempestandolo di telefonate, messaggi e minacciandolo. Una donna di 54 anni, Lidia B., di Bordighera, era finita sotto processo ed aveva perso il lavoro, dopo che la vicenda è diventata di dominio pubblico. E’ stata assolta perché il fatto non sussiste: determinanti le dichiarazioni dell’ex compagno, di 56 anni, che si è contraddetto più volte, come scrive Paolo Isaia sul “Secolo XIX”.