Buongiorno,
vi scrivo per segnalarvi una situazione di grave disagio in cui ci siamo venuti a trovare, nostro malgrado, all’ospedale Borea di Sanremo.
Ieri sera ho accompagnato mia mamma, che ha 72 anni ed ha problemi di diabete, all’ospedale “Saint Charles” di Bordighera. Lì ci hanno mandato all’ospedale di Sanremo. Hanno messo mia mamma su una sedia a rotelle, in mancanza di letti liberi. Ha dovuto aspettare ben 15 ore prima di essere visitata. Nel passaggio delle consegne si erano dimenticati di noi. Posso confermare che di notte al Pronto Soccorso non c’è movimento di dottori e infermieri. Tutto fermo (nonostante siano presenti 24 pazienti). Solo stamattina le hanno fatto una flebo, ma non le hanno nemmeno misurato il diabete. Mi hanno appena detto che forse la ricoverano. Possibile che una donna anziana debba passare tutte queste ore su una sedia e senza mangiare? Tutti si sono lamentati e qualcuno si è pure arrabbiato. Purtroppo è la terza volta che mi capita un’esperienza simile al Pronto Soccorso di Sanremo.
Lettore di Rivierapress.it